Decreto Crescita: il testo sbarca alla Camera

Il testo del DL Crescita sbarca alla Camera dei Deputati dopo che in Commissione sono stati bocciati gli emendamenti per stralciare l’Articolo 10.

Il Parlamento negli ultimi tempi sta dedicando grande attenzione al mondo dell’edilizia. Dopo la trasformazione in Legge del cosiddetto decreto “Sblocca Cantieri”, oggi approda alla Camera dei Deputati il testo del dl “Crescita”, il cui titolo formale è “decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, recante misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”. Il calendario prevede che la discussione sul tema duri fino al 21 di Giugno, un tempo limitato in rapporto all’importanza di alcuni passaggi del dl.

Lo sbarco in Parlamento per la conversione in Legge del dl segue una laboriosa fase di esame nelle Commissioni preposte, che ha portato a varie modifiche del testo. Nonostante l’Articolo 10 (sullo sconto diretto in fattura in alternativa ai classici Ecobonus e Sismabonus) sia stato il punto su cui si sono concentrati il maggior numero di emendamenti, le modifiche in relazione ad esso sono state minime ed hanno solamente portato all’introduzione della possibilità di cessione del credito ulteriore da parte dell’esecutore dei lavori ai propri fornitori.

La proposta di modifica che ha ottenuto più riscontro è stata quella che prevedeva il completo stralcio dell’articolo 10 dal dl (come richiesto sia da ANFIT, sia congiuntamente da tutte le Associazioni del settore), ma non è stata approvata in sede di Commissione.

Questo rifiuto è stato accompagnato anche dalla bocciatura delle proposte di rendere possibile la compensazione tra IVA e crediti derivanti dagli interventi di efficientemanto e di cedere ad enti finanziari o bancari la detrazione anticipata in fattura. Più precisamente quest’ultima possibilità è consentita solo in relazione all’ambito condominiale, che però è difficilmente appetibile per la maggior parte delle aziende del settore dei serramenti in Italia.

Fino a questo momento risulta sempre più evidente la volontà da parte del Legislatore di colpire le imprese artigiane realizzando una normativa che le taglia fuori dal mercato, in modo da lasciar agire solo pochi grandi competitor nel settore. D’altra parte non è ancora possibile trarre delle conclusioni in quanto la discussione parlamentare potrà essere decisiva e fonte di modifiche migliorative.

Per completezza si riporta il testo dell’Articolo 10 del DL Crescita, nell’ultima versione del 17/06/2019.

 

Seguici su

 

QUALITY
ANFIT
LABEL
ENERGETICO
POLIZZA
ASSICURATIVA