Made in Italy di qualità per i prodotti dell’involucro edilizio

Laura Michelini, presidente ANFIT nonchè promotrice e presidente di Caseitaly, spiega gli obiettivi di questo nuovo format per la promozione dei componenti per l’involucro edilizio Made in Italy.

“Il nostro punto di forza è la qualità dei nostri prodotti, che vengono realizzati nel rispetto delle più stringenti normative e con cura artigianale.; questo non significa che le aziende non siano organizzate con impianti automatizzati, ma che ciascun pezzo sia controllato in maniera meticolosa in tutte le fasi di lavorazione. Il fatto che nella maggior parte dei casi si tratti di aziende medio-piccole fa sì che non si lavori a grandi volumi di produzione e a misure standardizzate, ma una progettazione particolare per soddisfare qualsiasi esigenza per tipologie di prodotto, finiture, colori e dettagli, e questo ci permette di distinguerci sul mercato. Tuttavia, proprio in virtù del fatto che le aziende che rappresentiamo sono delle realtà di piccole-medie dimensioni e che quindi non dispongono di importante risorse per promuoversi efficacemente all’estero, le quattro associazioni di riferimento – Acmi, Anfit, Assites e Pile – con il supporto e la regia di Finco, hanno l’opportunità di disporre di uno spazio dedicato all’interno di cinque eventi fieristici esteri di grande importanza strategica”.

Quali solo le prime azioni messe in campo da Caseitaly per farsi conoscere nel panorama internazionale?                                                                                                                    

L.M.: La prima manifestazione a cui ha partecipato Caseitaly è stata Fensterbau a Norimberga, in Germania. Abbiamo scelto questo evento poiché – oltre ad essere il più importante a livello europeo per presentare i prodotti dell’involucro edilizio Made in Italy – è sicuramente il più qualificato per tipologia di partecipanti e quello con maggior afflusso di professionisti europei ed extraeuropei. Il riscontro è stato decisamente positivo […] destando grande curiosità e interesse proprio per il fatto che non presentassimo prodotti, ma un progetto articolato e trasversale a diversi settori. […].

Quali ritenete possano essere gli appuntamenti e i mercati esteri più interessanti per il comparto dell’involucro edilizio che si terranno prossimamente?                           

La seconda manifestazione a cui parteciperemo sarà SIB a Casablanca, in Marocco; da un’indagine di mercato, infatti, è emerso quanto il mercato nord africano sia in notevole sviluppo e quindi assai interessante per i nostri associati […]. Il 2019, invece, ci vedrà impegnati in tre fiere del settore: la prima è Budma a Poznan in Polonia, a febbraio, la seconda è Batimat a Parigi a novembre. […].

Quali vantaggi potrebbe avere questa iniziativa per il comparto della progettazione?

Attraverso Caseitaly il professionista potrebbe conoscere maggiormente ciò che distingue i nostri prodotti Made in Italy e su cui le aziende del comparto hanno puntato, ovvero la progettazione molto dettagliata e di qualità, la tracciabilità del prodotto, la posa in opera qualificata e le polizze assicurative che coprono i prodotti degli associati. Tutte garanzie che permettono al progettista di sentirsi più tranquillo nel momento in cui acquista o decide l’utilizzo di un prodotto realizzato da un’azienda associata. […].

Pensate di fare prossimamente sul territorio iniziative di formazione rivolte ai progettisti?

Già come ANFIT organizziamo incontri con l’Ordine degli Architetti e con l’Ordine degli Ingegneri per comunicare […] che ci sono prodotti e prodotti sul mercato. Più gli associati cresceranno, più sarà possibile investire in marketing e comunicazione e rafforzare tutta una serie di iniziative per le aziende aderenti e un maggior contatto con gli interlocutori privilegiati del mercato. Inoltre molte piccole aziende hanno il timore di non essere sufficientemente strutturate al proprio interno per gestire il contatto straniero. A queste aziende […] Caseitaly metterà a disposizione degli associati anche un servizio di interpretariato e per intessere i primi contatti. Se poi il contatto dovesse risultare interessante, ogni azienda dovrà attrezzarsi per gestirlo in autonomia. Oggi, se non lo fai, sei fuori dal mercato.

 

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

QUALITY
ANFIT
LABEL
ENERGETICO
POLIZZA
ASSICURATIVA