Ferrutensil: Caseitaly a Batimat 2019

LE MONDIAL DU BATIMENT 2019, PRESENTATA LA NUOVA EDIZIONE

Si è svolta ieri mattina la conferenza stampa di presentazione della prossima edizione di Le Mondial du Batiment 2019 presso la Fondazione degli Architetti in via Solferino 17 a Milano.
Le Mondial du Batiment – la più grande vetrina dell’innovazione del settore edilizio, che si terrà dal 4 all’8 novembre 2019 presso il Quartiere delle Esposizioni di Paris Nord Villepinte, a Parigi, in Francia – riunisce i tre saloni Batimat, Interclima e Idéobain che propongono ogni due anni un’offerta completa in termini di soluzioni, innovazioni, materiali e tecnologie nel settore delle costruzioni, dell’ingegneria climatica e dell’arredo bagno. Ad ora si contano 1260 espositori per Batimat, 104 per Idéobain e 200 per Interclima.
Alla conferenza stampa era presente Guillaume Loizeaud, direttore di Mondial du Batiment, che ha personalmente presentato la manifestazione e specificato che quest’anno i fari di Batimat – che quest’anno festeggia il 60° anniversario – saranno puntati su tematiche importanti sull’evoluzione edilizia ed architettura. Ha illustrato dettagliatamente tutti i particolari dell’edizione di Le Mondial du Batiment, comprese naturalmente le novità che la manifestazione ci riserverà, in termini di layout espositivo, di presenze, di organizzazione degli eventi.
La parola a un certo punto è poi passata a Fabio Gasperini, membro del CdA di Caseitaly e presidente di Assites (associazione degli operatori del settore tende, schermature solari e chiusure tecniche oscuranti), che ha parlato di Caseitaly, un progetto nato dall’idea di 4 associazioni nazionali per l’internazionalizzazione delle imprese italiane del settore dei componenti tecnici per l’involucro edilizio. Si tratta del primo strumento di promozione nei mercati internazionali per quattro categorie merceologiche: chiusure, serramenti, schermature solari, lattoneria e coperture, rappresentate da ACMI, ANFIT, ASSITES e PILE. Caseitaly raggruppa 36 aziende che parteciperanno quest’anno a Batimat, ritenuta una piattaforma unica per approcciare il mercato francese. La partecipazione italiana è quella più importante non francese, l’Italia rappresenta ill 10% del volume degli espositori. La partecipazione italiana non è solo per il mercato francese perché Batimat ha la forza di attirare una quantità di visitatori e operatori provenienti dal nord Africa che altrimenti sarebbe difficile raggiungere; operatori strutturati per fare business.

Vediamo nel dettaglio i tre saloni.

A Interclima– salone dei sistemi di riscaldamento e acqua calda sanitaria, climatizzazione, freddo e ventilazione, pompe e rubinetteria, soluzioni per gli installatori – quest’anno si parlerà di edifici più sobri, energia e carbonio; la qualità dell’aria negli ambienti chiusi; le sfide della connettività. Il salone vedrà un nuovo approccio allo spazio espositivo: innanzitutto uno spazio Innovazione & Performance – rappresentativo delle tecnologie a valore aggiunto della filiera – di 400 mq che in includerà un percorso settoriale delle tecnologie (terziario, social housing, abitazioni unifamiliari) che riunisce attori della filiera e start-up; l’Arena Innovazione che presenterà i nominati, i candidati e i vincitori degli Awards che i visitatori potranno votare; visite guidate “Percorso innovazione” partiranno da questo spazio. Un vasto programma di conferenze (padiglione 2 su un’area di 120 mq) consentirà di affrontare tutte le grandi tematiche del settore, attraverso un programma completo di una trentina di conferenze e workshop. Lo spazio caldaie a biomassa (padiglione 1 – oltre 500 mq) riunirà tutti gli specialisti di questa filiera.

Idéobain– salone degli apparecchi sanitari, balneoterapia, doccia e idro, materiali e arredamento stanza da bagno, rubinetteria per sanitari – si baserà su 3 pilastri essenziali per la filiera di come la stanza da bagno crei le tendenze nelle abitazioni; stanza da bagno attenta ai consumi, confortevole, ergonomica, sicura, evolutiva e connessa; la filiera forma ed informa. Appuntamento di riferimento per installatori e progettisti, quest’anno Idéobain si pone un nuovo traguardo, quello di diventare il luogo di incontro privilegiato per architetti e decoratori. Lo Spazio Creatori, uno spazio scenografico che rappresenta l’eccellenza delle stanze da bagno, concepito come uni scrigno, riunirà i marchi Creatori del settore (Aqua Elite, Effegibi, Fantini, Cinier, Idea Group, Horus, Bongio, Ceramica Althea…). Lo Spazio Projects & Solutionspresenterà su 200 mq prodotti adatti a 5 tipi di progetti che sono rappresentativi delle evoluzioni della domanda: la nuova stanza da bagno intelligente, con i suoi prodotti connessi; l’appartamento di famiglia, e il suo bagno per tutti gli usi; le stanze da bagno “colpo di fulmine e comfort” dei silver; i nuovi alloggi, ovvero boutique-hotel, affitti di case private; l’evoluzione dei servizi igienici nei nuovi spazi terziari. Inoltre si svolgeranno i dibattiti (una maggiore competenza all’interno della filiera per installare le nuove attrezzature); le giornate speciali con animazioni e conferenze dedicate.

Per quanto riguarda Batimat – il salone delle opere strutturali, i serramenti e le serrature, finiture d’interni e esterni, attrezzature per cantiere edile e macchine utensili, veicoli, construction tech – , che quest’anno compie 60 anni, le tematiche saranno incentrate su: progettare modalità costruttive con impronta di carbonio ridotta o nulla; generalizzare l’uso delle tecnologie per ottimizzare, immagazzinare e condividere energia e servizi; industrializzare i processi di costruzioni e rinnovamento; formare, sviluppare le competenze e migliorare le condizioni di lavoro. Quest’anno Batimat rappresenterà la più grande unione di start up (100, sono attese).
Per l’edizione 2019 gli spazi espositivi sono stati ripensati secondo le principali tematiche edilizie e sono distribuiti nei vari padiglioni con molte novità.

Al padiglione 4 la tendenza al co-living e al co-working in primo piano; al padiglione 5A: un forum Architettura con traduzione simultanea, ½ giornata di Architettura Europea, ½ giornata Sguardo sull’Architettura. Al padiglione 5B: un’area dimostrativa esterna, uno spazio rifiuti di amianto, un settore dedicato alle attrezzature per la Protezione Personale. Al padiglione 5A / 6 il nuovo settore Construction Tech che riunisce l’offerta più ampia e completa del mercato delle soluzioni per l’edificio connesso e proporrà: un settore Costruction Tech di 4.500 mq; un’area di dimostrazioni di 400 mq nel settore Construction Tech; uno spazio dimostrativo casa 3D, robot; una zona di pitching per le start-up; uno spazio di animazione Impulse Partners; uno spazio R2S a cura di SBA (Smart Building Alliance).

Al padiglione 6 ci sarà un nuovo settore dedicato all’Industrializzazione Edilizia di 1.000 mq con uno spazio dibattiti; un settore di 2500 mq “Vivre Bois” (Vivere il Legno) e la casa Arteck interamente in legno costruita in 5 giorni; un forum Edilizia. Qui inoltre per la prima volta, uno spazio Arena Innovazione sarà interamente dedicato alla valorizzazione dei candidati ai Trofei dell’innovazione con presentazioni dei prodotti vincitori. Verranno organizzate sessioni di pitching tematiche giornaliere e i visitatori potranno votare la loro innovazione preferita.

 

 

QUALITY
ANFIT
LABEL
ENERGETICO
POLIZZA
ASSICURATIVA