Ristrutturazioni: i numeri del mercato italiano nel 2017

La sostituzione dei serramenti incide per il 36%

Dalla ricerca di mercato sul mondo delle ristrutturazioni promossa da Houzz, si analizzano i dati raccolti sui un campione di oltre 7mila proprietari di casa italiani che nel 2017 hanno deciso di rinnovare.

Gli italiani continuano ad essere molto favorevoli ad effettuare ristrutturazioni sulla propria casa. Ed ecco che la maggior parte degli interventi è alimentato dall’intenzione dei proprietari di personalizzare un immobile acquistato di recente (39%). Diverso è il caso invece di chi ha cambiato stile di vita (convivenza con il partner, nascita di un figlio, lavoro da casa, ecc.) e deve modificare l’abitazione affinché si adatti alla nuova quotidianità (24%). Solo meno di una persona su quattro (23%) interviene per risolvere problemi di deterioramento o danneggiamento (usura, termiti, ecc.).

I miglioramenti in termini di estetica (63%) e funzionalità (58%) restano le principali motivazioni della ristrutturazione, ma anche l’aumento del valore della casa per una futura messa in vendita è un importante incentivo al cambiamento (15%). In effetti, a intervento concluso, nella stragrande maggioranza dei casi (70%) la ristrutturazione ha avuto un impatto positivo sul valore della casa, e secondo il 18% dei proprietari l’aumento del valore è pari all’intero costo dell’intero intervento di ristrutturazione o addirittura maggiore. La stanza che viene ristrutturata di più è il bagno: un quarto dei proprietari di casa concentra qui i lavori (25%), con una spesa di circa 5mila euro per i bagni grandi e 4mila per quelli di piccole dimensioni.

E se il bagno è il re della casa, la cucina è la regina. Infatti è la seconda stanza più ristrutturata (22%) con una spesa di circa 6mila euro per le stanze dai 5 mq in su e 5mila per quelle più piccole.

dati ristrutturazioni case degli italiani 2017

Per quanto riguarda gli elementi della struttura esterna dell’abitazione, nota più che positiva per i serramenti, la cui sostituzione in fase di ristrutturazione è del 36%. A seguire i lavori di isolamento (21%) e di tinteggiatura della facciata (20%).

Parlando di costi, la spesa sostenuta dagli italiani nel 2017 per rinnovare la propria casa si aggira intorno ai 20mila euro. Dati alla mano si notano però delle differenze interessanti: chi investe di più – arrivando ad una somma di 50mila euro – sono coloro che hanno acquistato casa meno di sei anni fa, che però hanno già avuto un immobile in passato e poi hanno traslocato. I neo-proprietari della prima casa e chi è proprietario di una casa da lungo tempo (oltre sei anni), spendono invece rispettivamente 35mila e 10mila euro.

Facendo un confronto internazionale, osservando quanto accade negli altri Paesi, la spesa per le ristrutturazioni va dagli 11mila ai 25mila euro. Gli italiani confermano quindi la loro tendenza ad investire molto sulla casa.  

i professionisti più ricercati dagli italiani per ristrutturare casa

Di conseguenza anche la richiesta di professionisti è in forte aumento. Oltre 9 italiani su 10 si affidano ad un professionista per lavori di ristrutturazione (91%). Chi ha acquistato più di una casa nella sua vita è più propenso a assistenza professionale (99%), seguito dai neo-proprietari di prima casa (95%) e da chi ha acquistato casa più di sei anni fa (87%). 

Tra i professionisti più ricercati per la progettazione troviamo le imprese edili (49%) e gli architetti (32%), mentre per gli altri lavori ci rivolgiamo a tutte quelle figure specializzate come idraulici ed elettricisti, assunti da oltre la metà degli italiani che hanno ristrutturato nel 2017 (55% e 53%). Non a caso gli impianti idraulici ed elettrici sembrano essere in prima linea quando si tratta di ristrutturare casa (50% e 48%). Entrando nello specifico del mercato dei serramenti, per le ristrutturazioni nel 2017 il 25% dei proprietari di casa si è rivolto a professionisti di porte e finestre.

 

 

Da Houzz

 

 

QUALITY
ANFIT
LABEL
ENERGETICO
POLIZZA
ASSICURATIVA