Bonus in edilizia: le quattro guide aggiornate a Febbraio 2019

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato gli aggiornamenti delle seguenti guide: Ecobonus, Bonus ristrutturazioni, Bonus mobili e elettrodomestici e Sismabonus.

L’Agenzia delle Entrate in questi giorni (Febbraio 2019) ha pubblicato l’aggiornamento, in relazione alla nuova Legge di Bilancio, delle quattro guide relative alle detrazioni fiscali legate all’edilizia: Ecobonus, Bonus ristrutturazioni, Bonus mobili ed elettrodomestici e Sismabonus.

Esse sono tutte attualmente in vigore, con le prime tre riconfermate dalla Legge di Blilancio 2019 per un altro anno (fino al 31/12/2019), e con l’ultima che sarà sicuramente attiva fino al 31/12/2021.

Di seguito vengono presentate le caratteristiche cardine dei quattro bonus e successivamente si riportano i testi integrali delle guide aggiornate.

Ecobonus

Questo strumento mira a premiare, attraverso l’incentivazione pubblica, le scelte che migliorano la performance del patrimonio immobiliare nazionale in relazione al risparmio energetico. L’agevolazione consiste in una detrazione IRPEF o IRES di percentuale e di ammontare massimo variabili con la tipologia di intervento. La Guida distingue molte casistiche diverse e perciò è la più corposa delle quattro trattate in questo approfondimento.

Bonus ristrutturazioni

Questo strumento mira a premiare, attraverso l’incentivazione pubblica, le scelte che mirano al recupero del patrimonio immobiliare nazionale esistente. La Guida riassume le caratteristiche dello strumento ed evidenzia che, per l’anno in corso, la detrazione IRPEF prevista è del 50% in relazione ad un tetto massimo di spesa ammissibile di 96.000 €. E’ inoltre presente un altro importante vincolo, introdotto nel 2018, che obbliga a trasmettere all’ENEA i dati dell’intervento per poter ottenere le detrazioni. A questi aspetti si aggiungono delle agevolazioni ulteriori che riguardano la riduzione dell’IVA, la possibilità di portare in detrazione gli interessi passivi pagati sui mutui stipulati per ristrutturare l’immobile e la possibilità di detrarre i costi di progettazione e le prestazioni professionali, oltre alle spese legate all’esecuzione dei lavori.

Bonus mobili ed elettrodomestici

Questo strumento mira a premiare, attraverso l’incentivazione pubblica, l’acquisto di nuovi mobili e nuovi grandi elettrodomestici (caratterizzati da prestazioni energetiche elevate) a patto che essi vadano ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. La Guida riassume le caratteristiche dello strumento ed evidenzia che la detrazione prevista è del 50%, per un ammontare di spesa massimo di 10.000 € per singola unità immobiliare.

Sismabonus

Questo strumento mira a premiare, attraverso l’incentivazione pubblica, le scelte che migliorano la performance del patrimonio immobiliare nazionale in relazione al sisma. La Guida riassume le caratteristiche dello strumento e si suddivide in tre capitoli principali: caratteristiche delle detrazioni, interventi sui condomini e acquisto di case antisismiche. Si evidenzia che in alcuni casi le detrazioni possono raggiungere anche l’85% e che esiste una particolare casistica relativa alla combinazione tra interventi antisismici e riqualificazioni energetiche.

 

 

Concludiamo l’articolo riportando i testi integrali delle quattro Guide citate:

 

Seguici su

 

QUALITY
ANFIT
LABEL
ENERGETICO
POLIZZA
ASSICURATIVA